Emanuela è una 27enne palermitana che da sempre sogna di lavorare nell’ambito della cooperazione internazionale. Subito dopo la laurea è partita per la Danimarca, grazie all’interessante progetto di una scuola di cooperazione, e presto bisserà l’esperienza in una scuola di Caxito, in Angola.

Ciao a tutti. Mi chiamo Emanuela, ho 27 anni e sono di Palermo. Dopo una laurea triennale in Comunicazione Internazionale conseguita presso l’Università degli studi di Palermo e una laurea specialistica in Politiche e Relazioni Internazionali presso l’Università di Pisa, sono approdata in Danimarca. Da un anno studio e lavoro in una scuola di cooperazione allo sviluppo.

Lo scopo di Lindersvold, la scuola di cooperazione, è quello di formare dei Development Instructors. La scuola offre la possibilità di ottenere un B-Certificate universitario (come studenti a distanza della One World University, Università del Mozambico) e di lavorare ed essere inseriti in un progetto dell’organizzazione Humana in uno dei paesi africani.

Non sono previsti particolari requisiti per entrare a far parte del programma. Naturalmente è necessaria la conoscenza dell’Inglese, ma la lingua non deve essere un ostacolo. Vivendo in un ambiente del genere, è facile imparare, rispolverare vecchie conoscenze e praticare la lingua. Impegno, voglia di fare, passione e motivazione è ciò che viene richiesto qui.

L’idea è quella di non partire immediatamente, ma di fare prima un’ esperienza formativa e pratica qui, in modo da essere pronti ad affrontare il progetto sul campo.

Vi spiego brevemente come funziona:

DRH Lindersvold lavora in collaborazione con Humana People to People, una ONG che offre progetti di volontariato in svariati paesi in via di sviluppo. In base alla disponibilità, vi è la possibilità di lavorare in uno dei seguenti progetti:

  • Teacher Training Colleges – focused on educating teachers for rural areas
  • Total Control of Epidemics
  • Child Aid
  • Vocational Schools for young people
  • Community work to promote sanitation and hygiene in rural areas
  • Community with special emphasis on farming
  • Raising funds for social projects by forming partnerships and selling second hand clothes and shoes
  • HIV & AIDS awareness and prevention

E’ possibile leggere maggiori informazioni sui progetti direttamente nel sito di Humana.

I prossimi programmi che inizieranno e che la scuola offre sono:

  • 18 mesi – Maggio 2013
  • 24 mesi – Agosto 2013
  • 18 mesi – Novembre 2012 (solo se full-payer)

Per partecipare, è necessario pagare una tassa di iscrizione, pari a 4.000 Corone danesi (circa 530 Euro) per i programmi di 18 mesi, oppure 6.000 Corone danesi (circa 800 Euro) per i programmi di 24 mesi.

18 mesi: (esclusi i sei mesi di saving up)

  • 6 mesi in Danimarca
  • 6 mesi in Africa/India
  • 6 mesi in Danimarca

24 mesi:

  • 12 mesi in Danimarca
  • 8 mesi in Africa/India
  • 4 mesi in Danimarca

Nel caso dei 18 mesi, le possibilità offerte sono due:

- arrivare come “full payer” e quindi iniziare il programma direttamente, nel mese previsto, senza saving up. In questo caso, è necessario pagare la somma necessaria, ovvero 50.000 corone per l’intero programma, che coprirà tutti e 18 i mesi di esperienza.

- arrivare 6 mesi prima dell’inizio del programma, lavorare qui in Danimarca e raccogliere quella cifra.

Per il saving up, una volta che il volontario arriva a scuola, inizia il suo periodo da DI Jobber (si diventa DI non appena inizia il programma vero e proprio, ovvero novembre. Ogni tipo di lavoro può essere utile al team per raccogliere la cifra necessaria per iniziare il programma. L’economia è in comune!

Per il programma di 24 mesi, non ci sono più posti disponibili per il programma che inizia a febbraio 2013. L’altra possibilità è Agosto 2013.

Per i programmi di 24 mesi, la scuola e Humana provvederanno a dividere tra tutti i partecipanti i lavori. Esempi delle attività possibili sono: driver per UFF (Humana Danimarca. Clothes collection, raccolta di vestiti usati, con cui Humana si finanzia), lavoro coi ragazzini delle Small Schools, lavoro nella carehome con ragazzi con problemi relazionali e comportamentali che hanno alle spalle situazioni difficili, lavoro in Promotion Office, per promuovere i programmi.

Tutti coloro che iniziano un programma, diventano compagni di avventura e insieme formano un Team (io faccio parte dell’August Team 2011, per esempio).

Questa scuola è un’occasione per crescere e arricchire il proprio bagaglio d’esperienza. Qui si fa vita in comune, si studia insieme, si svolgono attività pratiche, secondo il concetto del “learning by doing”. E, soprattutto, viene offerta ai volontari la possibilità, dopo la formazione, di partecipare ad un progetto e, quindi, di fare un’esperienza sul campo.

Naturalmente posso parlare di me e darvi la mia opinione. Penso che un’esperienza del genere rappresenti una grande possibilità a livello di Curriculum, in quanto una volta terminata, vi farà avere alle spalle una certa “preparazione”, una formazione da cooperante e un progetto sul campo. Formazione ed esperienza, che oggi sono il punto di partenza per ogni tipo di lavoro. Credo sia una buona occasione per giovani che hanno davvero voglia di imparare e di spendersi per qualcosa di valido, soprattutto in un momento come questo.

È ovvio che chi intraprende questo tipo di scelta, spera di poter continuare a tenere i rapporti con la Ong e di avere progetti futuri nell’ambito. Questo certamente il programma non può assicurarlo, ma sicuramente è un ottimo trampolino di lancio.

Voglio dire, ho imparato tanto, sono cresciuta e per molti aspetti sono anche cambiata. L’esperienza risulta completa ed educativa, a mio parere, formativa a livello umano, educativo, personale e professionale (come cooperanti).

La cooperazione è da sempre un sogno ed un obiettivo nei miei studi e nella vita. Ho trovato questa scuola, ho preso contatti e, un mese dopo la laurea, sono approdata in Danimarca.

Dopo un anno di studi e attività pratiche (street actions, info-meeting, building weekend, incontri con altre scuole, Olympic games coi ragazzini, Summer Theatre ed eventi culturali), adesso sto per partire per il mio progetto. Tra qualche settimana andrò in Angola, precisamente a Caxito, a lavorare in una scuola. Alcuni dei miei team-mates sono già partiti per il loro progetto in Malawi.

Per avere maggiori informazioni e guardare foto e testimonianze da parte dei volontari, potete visitare il sito di Lindersvold (se cercate nella sezione “Current Teams”, nell’August team 2011 ci sono anch’io!)

Per qualsiasi domanda, informazione o curiosità, potete scrivermi: emanuela.lindersvold@yahoo.it

Mi fa piacere condividere con voi questa mia esperienza. Magari anche per qualcuno di voi questo può essere l’inizio del cammino. Buona strada!

About Lucia D'Addezio

Sono un’appassionata viaggiatrice, una fotografa per passione ed una scrittrice compulsiva. Le cose che non mancano mai nella mia borsa sono: un fornito Beauty Case, la mia fedele macchina fotografica, carta e penna. Puoi trovarmi su www.danimarcadavedere.it